Detrazioni fiscali per la sicurezza della casa

Le spese sostenute per rendere più sicura la casa rientrano nel bonus fiscale previsto per le ristrutturazioni edilizie.

Quali interventi finalizzati alla messa in sicurezza della casa rientrano nel bonus?

  • Installazione, sostituzione e rafforzamento di cancelli, recinzioni murarie
  • Apposizione e sostituzione di grate sulle finestre
  • Porte blindate o rinforzate
  • Apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini
  • Apposizione di saracinesche
  • Tapparelle metalliche con bloccaggi
  • Vetri antisfondamento
  • Casseforti a muro.

Quali sono le detrazioni?

I Bonus fiscali 2017 (detrazioni IRPEF) validi fino al 31 dicembre 2017 sono:

  • BONUS RISTRUTTURAZIONI: 50% sulle spese sostenute con un limite massimo di 96.000 euro per singola unità immobiliare.
  • BONUS MOBILI: 50% sull' acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe A+ (classe A per i forni) entro i 10.000 euro
  • ECOBONUS: 65% sulle spese di riqualificazione energetica degli edifici. Il tetto di spesa varia a seconda del tipo di intervento dai 30.000 e i 100.000 €. Nel caso degli interventi effettuati su parti comuni degli edifici condominiali la detrazione è fino al 75% e la proroga è fino al 2021.

La detrazione viene ripartita in 10 rate annuali di pari importo, a partire dall'anno in cui è stata sostenuta la spesa.

SISMABONUS 2017

L’entità della detrazione varia a seconda della classe di rischio. Nello specifico per gli interventi di messa in sicurezza antisismica degli edifici situati in zona sismica 1, 2 e 3 :

  • 50% delle spese sostenute per l’adozione di misure antisismiche per la messa in sicurezza valido sia per le singole unità abitative che per gli edifici condominiali.
  • Se l’intervento determina il passaggio ad una classe di rischio inferiore la detrazione è del 70% per singole unità abitative, del 75% per gli edifici condominiali.
  • Se l’intervento determina il passaggio a due classi di rischio inferiori la detrazione è del 80% per singole unità abitative, del 85% per gli edifici condominiali.

Il tetto di spesa su cui calcolare la detrazione fiscali per per le ristrutturazioni antisismiche è pari a 96.000 € moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio e il rimborso avviene in 5 rate annuali a partire dall'anno in cui è stata sostenuta la spesa.
Le detrazioni si calcolano sulle spese sostenute dal 1° gennaio 2017 fino al 31 dicembre 2021.

Realizzazione cancello in ferro

La nostra azienda offre servizi di consulenza per farti usufruire al meglio delle detrazioni fiscali in corso.

Contattaci o chiama il 051 6708694 siamo lieti di rispondere alle tue richieste di informazione.


Guida completa alle detrazioni

Per maggiori approfondimenti ti segnaliamo la guida dell'Agenzia delle Entrate aggiornata a giugno 2017 in formato pdf.

Logo PDFCLICCA QUI e scarica la guida completa alle Detrazioni Fiscali